RESPONSABILITÀ DA REATO DEGLI ENTI

Avvocata Salvemme, avvocata penalista, consulente reato degli enti

Il D. Lgs. n. 231 del 2001 ha introdotto nell’ordinamento italiano la responsabilità amministrativa da reato degli enti.

Anche alcune realtà collettive dunque, possono rispondere ed essere sanzionate per la commissione di taluni reati da parte di soggetti apicali che abbiano eluso fraudolentemente delle procedure fissate in modelli di organizzazione e gestione.

Gli enti compresi nell’elencazione di cui all’art. 1 del decreto summenzionato sono chiamati, in altre parole, a verificare e analizzare il rischio di commissione di determinati reati elencati nel d. lgs. n. 231 del 2001 sulla base delle attività poste in essere e della propria ragione sociale e, conseguentemente, a istituire dei protocolli e delle procedure utili ai fini dell’eliminazione o riduzione del rischio di una loro commissione.

Gli enti interessati sono poi tenuti a monitorare costantemente l’efficacia di tali protocolli, parte dei cc.dd. Modelli di organizzazione e gestione, il loro aggiornamento, e a promuoverne — all’interno della realtà aziendale — la conoscenza, a rispettarli e ad attuarli efficacemente, anche attraverso la costituzione di un Organismo di Vigilanza, in forma monocratica o collegiale, formato da professionisti caratterizzati da spiccata perizia, autonomia, indipendenza e onorabilità.

Al Diritto Penale da responsabilità degli enti ho dedicato parte delle mie ricerche in ambito accademico, firmando alcune pubblicazioni, di seguito indicate.

Dal 2017 sono consulente, come avvocato penalista, in materia di responsabilità amministrativa da reato degli enti, con riferimento ai Modelli di Organizzazione e Gestione.

Dal 2018 sono componente, quale consulente avvocato penalista, di vari Organismi di Vigilanza, anche di enti e aziende a partecipazione pubblica e Presidente di un Organismo di Vigilanza, di un’azienda a partecipazione pubblica che si occupa di edilizia territoriale e sociale.

Pubblicazioni:

  • La responsabilità delle persone giuridiche per gli illeciti amministrativi dipendenti da reato. Un’introduzione”; “La responsabilità delle persone giuridiche in materia prevenzionistica“; “L’emergenza sanitaria da Covid-19. Riflessi sulla tutela penale della sicurezza sul lavoro”, in AA.VV., Safety Management, LUISS University Press, 2021.
  • I reati di frode e falsità, in La responsabilità da reato degli enti, a cura di Severino P. e Lattanzi G., Giappichelli, 2020;
  • I modelli di organizzazione e gestione ai sensi del d. lgs. n. 231 del 2001 e la colpa di organizzazione: il caso dei reati commessi in violazione della normativa antinfortunistica, in Il Diritto Penale di fronte alle sfide della società del rischio. Un difficile rapporto tra nuove esigenze di tutela e classici equilibri di sistema, a cura di De Francesco e Morgante, Torino, 2018, p. 134;
  • Sabia, I. Salvemme, Costi e funzioni dei modelli di organizzazione e gestione ai sensi del D. Lgs. 231 del 2001, in Tutela degli investimenti, tra concorrenza dei mercati e integrazione degli ordinamenti, a cura di A. Del Vecchio, P. Severino, Cacucci, 2017;